giovedì, Aprile 25, 2024
HomeSALUTEArresto cardiaco: 5 sintomi che precedono l'infarto

Arresto cardiaco: 5 sintomi che precedono l’infarto

Arresto cardiaco: 5 sintomi che precedono l’infarto anche di un mese. Uno studio recente dell’American Heart Association ha rivelato un forte legame tra cinque sintomi e il verificarsi di un infarto. Anche se i sintomi precedono di un mese l’infarto miocardico, non devono essere ignorati in quanto possono essere un segnale di allarme precoce di un potenziale infarto del miocardio. In questo articolo, vi riveleremo i cinque avvisi che non dovrebbero essere sottovalutati quando si tratta di salute del cuore e che possono precedere anche di un mese l’infarto inoltre risponderemo a delle precise domande. Quali sono i 6 sintomi prima di un infarto? Cosa è pre infarto? Dove fa male quando si ha un infarto? Scopriamolo insieme. Quindi, buona lettura e lasciate un commento se questa guida vi è stata utile!

Arresto cardiaco: 5 sintomi che precedono l’infarto anche di un mese e che non devono essere sottovalutati.

Ecco i migliori integratori alimentari che ti consiglio di acquistare su Amazon:

Acquista ora il Multivitaminico completo Gloryfeel su Amazon

Acquista subito il Multivitaminico e Minerali Nutravia su Amazon

Clicca qui e acquista immediatamente su Amazon Multicentrum integratore alimentare

Gli attacchi di cuore sono una delle principali cause di morte in tutto il mondo. Uno studio recente condotto dall’American Heart Association ha rilevato che esiste una correlazione tra cinque sintomi che possono manifestarsi anche a distanza di un mese e che possono essere un indicatore di un imminente infarto. È importante essere consapevoli di questi cinque avvisi e non sottovalutarli perché potrebbero salvarti la vita.

In questa guida rispondo a queste domande:

Gli attacchi di cuore causano la morte di molte persone nel mondo. Quindi è importante essere consapevoli dei sintomi in modo da poter adottare misure preventive e cercare assistenza medica se necessario. Uno studio recente dell’American Heart Association ha individuato cinque sintomi infarto che, anche a distanza di un mese prima, possono essere segno di un attacco cardiaco. È importante prestare attenzione a questi avvisi e non sottovalutarli in quanto potrebbero salvare la vita.

La ricerca condotta dall’American Heart Association di Dallas ha esaminato oltre 500 uomini con un’età tra 35 e 65 anni, sopravvissuti ad infarto.

Quindi lo studio ha raccolto una lista dei sintomi che queste persone reduci da attacco cardiaco hanno avvertito tutti prima del manifestarsi dell’infarto.

Ecco i 5 sintomi più frequenti che possono precedere l’infarto addirittura 4 settimane prima dell’attacco cardiaco:

  1. Vertigine;
  2. Dolore al torace;
  3. Palpitazione cardiaca;
  4. Svenimento;
  5. Insufficienza respiratoria.

Quindi lo studio dell’American Heart Association di Dallas ha esaminato cinque sintomi comuni associati ad un attacco di cuore, come dolori al petto, mancanza di respiro, nausea, vertigini e affaticamento. Anche se questi sintomi compaiono separatamente nel corso di un mese o più prima che si verifichi l’effettivo infarto, non dovrebbero essere ignorati. La diagnosi precoce e il trattamento di qualsiasi potenziale attacco cardiaco possono aiutare a ridurre il rischio di morte o di qualsiasi altra complicanza causata dall’infarto del miocardio.

I cinque sintomi di attacco di cuore sono dolore o fastidio al petto, mancanza di respiro, nausea o vomito, sudorazione e stordimento. Questi possono essere lievi o gravi e possono manifestarsi improvvisamente o gradualmente. Se si verifica una qualsiasi combinazione di questi sintomi, è importante rivolgersi immediatamente a un medico poiché potrebbe anche essere un segno di un imminente infarto miocardico o attacco cardiaco.

Quindi, se notate questi sintomi e siete geneticamente predisposti il nostro consiglio è quello di contattare immediatamente un medico specializzato o il vostro dottore di fiducia, per permettergli di tenere sotto controllo la situazione e di intervenite tempestivamente in caso di necessità.

Quali sono i 6 sintomi prima di un infarto?
In linea generale la scienza indica 6 sintomi che precedono l’infarto:
  • Dolore al petto o al torace;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Vertigini;
  • Affaticamento;
  • Dolore al collo, alla schiena o alla mandibola;
  • Dolore al braccio e alla spalla;
  • Malore.
Cosa è pre infarto?
Si tratta di segnali d’allarme che precedono l’infarto e che non bisogna sottovalutare come improvvisa difficoltà a respirare e dolore al torace che può estendersi anche al braccio sinistro e comprendere anche: spalle, denti, mandibola, collo.
Dove fa male quando si ha un infarto?
Solitamente, l’infarto si avverte con una forte sensazione di dolore al petto. Un malessere localizzato al centro del torace e che di frequente si estende anche al braccio sinistro e nella zona bassa della mandibola.
Come riconoscere un infarto silente?
L’infarto silente si manifesta nella maggior parte dei casi con un forte dolore al centro del petto, che si espande anche al braccio sinistro e al collo. Questo dolore è associato anche a sensazione di nausea, difficoltà a respirare, malore e improvvisa sudorazione.
Cosa si prova prima dell’infarto?
Generalmente si prova un forte dolore nella zona sinistra del torace o allo stomaco o alla bocca.
Questo dolore toracico si estende al braccio sinistro, alla schiena, al collo, alla mandibola.
Quando non è infarto?
Non è infarto quando il dolore al petto è causato dalla tosse o dalla respirazione o se sparisce in poco tempo.
Non è infarto quando il dolore non è collocato nella parte centrale del torace.
Si può prevenire l’infarto?
Lo stile di vita e l’alimentazione possono sicuramente influire sulla salute di una persona e sulle funzionalità del cuore.
Sicuramente evitare di mangiare alimenti ricchi grassi, di assumere alcolici e bevande gassate, ed evitare situazioni di stress può migliorare le condizioni del cuore.
Ecco 3 consigli che aiutano a prevenire l’infarto:
  1. Smettere di fumare;
  2. Alimentazione sana;
  3. Svolgere attività fisica.
Inoltre ricordiamo che la preziosissima Fondazione Umberto Veronesi ha recentemente scoperto che consumare specifiche sostanze aiuta a rallentare negli animali in modo considerevole l’aterosclerosi e quindi questi particolari nutrienti possono diminuire anche nell’uomo il rischio di infarto. Questi nutrienti sono:
  • Beta-carotene;
  • Vitamina E;
  • Vitamina B6;
  • Vitamina C;
  • Magnesio.
Quindi, ricordiamo che salute del nostro cuore e il benessere generale del nostro corpo dipendono principalmente da quello che mangiamo e quindi integrare queste sostanze nella nostra alimentazione può rimediare ad eventuali scarsità dal punto di vista nutrizionale.

Ecco i migliori integratori alimentari che ti consiglio di acquistare su Amazon:

Acquista ora il Multivitaminico completo Gloryfeel su Amazon

Acquista subito il Multivitaminico e Minerali Nutravia su Amazon

Clicca qui e acquista su Amazon Multicentrum integratore alimentare 

Questa guida ti è stata utile? Vorresti altri consigli? Lascia un commento qui sotto e fammelo sapere!
Iscriviti al sito per ricevere gratis altri consigli utili! https://tenacemente.com/iscriviti/
Ecco altri articoli che ti consiglio di leggere:
Tumore al pancreas: ecco 7 sintomi della malattia che ha causato la morte di Gianluca Vialli
Dieta salva cuore: gli alimenti consigliati dai cardiologi
Igiene orale: lavarsi i denti migliora la salute del cuore
Malattie cardiovascolari: gli occhi rivelano i rischi al cuore
Iscriviti gratis al sito per ricevere altri consigli utili! https://tenacemente.com/iscriviti/
Seguici sui social: Facebook, Telegram, InstagramTikTok e YouTube.
Fonte articolo: wikipedia.orgAmerican Heart Association
 Foto di Tumisu da Pixabay
- Advertisment -
articoli consigliati