Rivalutazione pensione 2023 da 800€ al mese: quanto aumenta a gennaio?

Di quanto aumenta una pensione da 800 euro lordi al mese a gennaio 2023? Scopriamo insieme l'importo in base alla rivalutazione delle pensioni che adegua l'assegno ai tassi dell'inflazione!

0

Rivalutazione pensione 2023 da 800€ al mese: di quanto aumenta l’assegno a gennaio? Ecco tutti i dati forniti dall’INPS circa la rivalutazione della pensione in base ai tassi dell’Inflazione. Inoltre, siccome ci sono molti pensionati che lamentano di non aver ricevuto nessun aumento previsto dalla Legge di Bilancio del Governo Meloni, noi ci siamo informati e abbiamo saputo che l’Istituto di previdenza sociale in alcuni casi ha già anticipato piccoli aumenti del 2% nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno 2022. Ecco tutti i dettagli sull’assegno.

Rivalutazione pensione 2023: ecco l’aumento di gennaio 2023 previsto per le pensioni da 800 euro lordi al mese in base all’adeguamento dell’assegno ai tassi dell’inflazione. Scopriamolo insieme!

Leggi anche:

Aumento pensioni dal 3 gennaio: ecco quanti soldi in più riceveranno i pensionati

Quanto aumenta una pensione da 800 euro a gennaio 2023?

I pensionati che percepiscono un assegno di 800 euro riceveranno un aumento del 7,3% sull’importo lordo al mese. Quindi 58 euro in più.

Tuttavia, precisiamo che in base al decreto Aiuti bis l’INPS ha già eseguito piccoli aumenti del 2% sull’assegno pensionistico nel corso dell’ultimo trimestre del 2022.

Insomma, durante i mesi di ottobre, novembre e dicembre del 2022 l’INPS ha già eseguito piccoli aumenti del 2% sulle pensioni, quindi, stiamo assistendo ad una compensazione tra l’importo dell’aumento anticipato negli ultimi mesi del 2022 rispetto alla quota riconosciuta al singolo pensionato.

Quindi, a chi percepisce una pensione pari a 800 euro lordi al mese, l’INPS ha versato un anticipo pari a 64 euro sulla tredicesima e nel corso del trimestre precedente.

Questo significa che al contribuente saranno detratti 5 euro per ogni mese dagli 858 euro che gli spettano. Quindi, durante il 2023, riceverà una pensione al mese di circa 853 euro.

Precisiamo che gli aumenti delle pensioni nel 2023 variano in base dell’ammontare dell’assegno e seguono tre diverse percentuali di rivalutazione:

  • Rivalutazione del 100% per i pensionati che ricevono fino a quattro volte il trattamento minimo;
  • Rivalutazione del 90% per i pensionati che percepiscono tra le 4 e le 5 volte il trattamento minimo;
  • Infine, rivalutazione del 75% per la pensione oltre 5 volte il trattamento minimo.

Quindi il calcolo dell’aumento si basa sulla percentuale che si riferisce al cedolino lordo al mese. In seguito questo importo si moltiplica per tredici mensilità all’anno e da questo imposto bisogna togliere la quota anticipata ad ottobre.