Bonus diesel: chi può averlo

0

Bonus diesel: buone notizie per gli automobilisti. Ecco chi può averlo! A causa del caro energia a partire dal 1° dicembre si prevedono aumenti ai 12,2 centesimi al litro sul prezzo alla pompa e aumenti di 2,3 centesimi al litro per il Gpl. La Legge di Bilancio del governo Meloni ha infatti in programma di dimezzare lo sconto sulle accise. Quindi, è possibile affrontare i costi del caro energia ricorrendo al Bonus diesel. In questa guida rispondo a queste domande: chi può richiedere il bonus carburante 2022?, Come funziona il bonus carburante 2022? Come presentare domanda per il bonus carburante autotrasporto 2022? Chi ha diritto del bonus carburante? Scopriamolo insieme!

Bonus diesel: come funziona e chi può richiederlo.




Il bonus gasolio è uno sconto riconosciuto a chi lavora su strada o si occupa di trasporto.

Grazie al codice tributo 6989, istituito dall’Agenzia delle Entrate, chi si occupa di trasporto può usare in compensazione il credito d’imposta per acquistare il carburante tipo diesel. 

Come funziona il bonus gasolio?

Si tratta di un contributo speciale sotto forma di credito di imposta: il bonus corrisponde al 28% della spesa sostenuta per acquistare il gasolio durante il primo trimestre del 2022, questo contributo speciale è riconosciuto alle società con sede legale in Italia che si occupano di trasporto.

Il Ministero della Mobilità indica chi ha diritto alla credit tax dopo la maturazione del credito d’imposta.

L’Agenzia delle Entrate effettuerà controlli serrati sul tax crediti dei richiedenti e si accerterà che la società sia presente nella lista degli aventi diritto al beneficio. 

Chi può richiedere il bonus gasolio autotrasportatori
Possono richiederlo chi lavora su strada o le aziende iscritte al Registro elettronico nazionale per il 2022 e all’Albo nazionale degli autotrasportatori che hanno sede legale in Italia e che si occupano di trasporti.

Bonus gasolio autotrasportatori: come fare domanda
La domanda può essere presentata online dal 12 settembre all’Agenzia delle Dogane con: Spid e Carta di identità elettronica o Carta nazionale dei servizi.

Ecco il link per presentare la domanda: https://www.creditoautotrasportatori.adm.gov.it/

Il riconoscimento del bonus continuerà fino alla conclusione dei soldi destinati all’agevolazione, e l’attribuzione terrà conto dell’ordine cronologico della domanda.

Come si usa il bonus autotrasportatori
Il bonus può essere usato in compensazione presentando il modello F24 tramite il servizio telematico dell’Agenzia delle entrate.

Insomma, davvero un piccolo sospiro di sollievo per le aziende che si occupano di trasporto che si trovano ad affrontare un periodo grave di crisi dell’economia in cui il caro energia mette in difficoltà famiglie e imprese con costi sempre maggiori non solo del carburante ma anche dei beni di prima necessità, a partire dall’elevato prezzo dei prodotti alimentari fino ad arrivare alle cifre spaventose presenti sulle bollette di luce e gas.

Leggi i nostri articoli dal mondo della finanza e dell’economia: https://tenacemente.com/news/investimenti/

Seguici sui social TikTokInstagramFacebook, Telegram, Linkedin e YouTube

Tu per noi sei importante! Iscriviti gratis al sito per aiutarci: https://tenacemente.com/iscriviti/

Foto da Pexels