Inflazione USA rallenta

0

Inflazione Usa rallenta e sale ad ottobre meno di quanto previsto, quindi il rialzo aggressivo dei tassi da parte della FED funzionano per la gioia dell’Europa con la BCE che conferma un rialzo dei tassi in futuro. La Borsa di Milano si chiude in volata del +2,58%. A Piazza Affari risultati positivi per i titoli di Generali, Poste e Tim. I prezzi durante il mese di ottobre sono saliti ma meno di quanto previsto dagli analisti. Ti ricordo che su Tenacemente.com trovi notizie e dati dal mondo della finanza e degli investimenti con spiegazioni semplici alla portata anche di chi non è un esperto del settore. Ecco tutti i dettagli.

L’inflazione Usa rallenta e spinge le Borse Europee, quindi iniziano a funzionare i decisi rialzi dei tassi della Fed di Jerome Powell che in futuro potrebbe contenere la sua irruente politica sui tassi. 

A Piazza Affari il Ftse Mib chiude a +2,58%. In aumento gli indici a Wall Street specialmente con il Nasdaq. In Borsa decollano Generali, Tim e Poste. Mentre si indeboliscono i petroliferi e lo spead scende a 200 punti.

A ottobre rallenta l’inflazione Usa e aumentano i prezzi negli Stati Uniti dello 0,4% rispetto a un mese prima e con una crescita core del 6,3%. Ricordiamo che la Fed il 2 novembre, ha iniziato una politica aggressiva sui tassi alzandoli di ben 75 punti base.

La Banca centrale Europea conferma che in futuro ci saranno ulteriori rialzi dei tassi a causa dell’inflazione troppo elevata. Mentre Jerome Powell il presidente della banca centrale americana lascia capire che si potrebbe intraprendere una politica meno aggressiva sui rialzi dei tassi.

Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti!

Leggi i nostri articoli dal mondo della finanza e dell’economia: https://tenacemente.com/news/investimenti/

Seguici sui social TikTokInstagramFacebook e YouTube

Tu per noi sei importante! Iscriviti gratis al sito per aiutarci: https://tenacemente.com/iscriviti/

Foto di Karolina Grabowska da Pexels