Assegno Unico INPS tagli oltre 50€: ecco perché

0

Assegno Unico: riduzioni dell’INPS oltre ai 50 euro. Ecco il perché e quali famiglie sono a rischio.

Assegno Unico: importo ridotto dall’INPS oltre i 50 euro. Scopriamo insieme quali famiglie si vedranno ridurre l’importo mensile ricevuto e il motivo di questi tagli.

L’INPS ha già ridotto l’importo per alcune famiglie durante l’ultimo accredito dell’agevolazione.

Secondo quanto disposto dal Decreto Legislativo n. 230/2021 le famiglie in cui tutti e due i genitori lavorano hanno diritto ad un aumento variabile dell’importo mensile in base al reddito ISEE, che deve essere inferiore ai 40.000 euro.

I tagli dell’Assegno Unico sono stati eseguiti dall’INPS dopo le verifiche alle famiglie che hanno richiesto l’agevolazione.

Infatti, anche molte famiglie composte da un solo genitore hanno erroneamente richiesto l’aumento dell’importo mensile e hanno ricevuto per sbaglio dell’INPS l’aumento.

Quindi, l’INPS sbagliando, ha effettuato l’aumento dell’assegno unico anche alle famiglie formate da un solo genitore.

Quindi le riduzioni all’Assegno Unico sono state disposte dall’INPS per fare in modo che l’importo erroneamente attribuito alle famiglie con un solo genitore venga restituito. Le somme saranno recuperate tramite conguaglio, con assegni mensili scontati: le famiglie riceveranno queste riduzioni fino all’estinzione del debito nei confronti dell’INPS.

Purtroppo a pagare le conseguenze di questi tagli saranno le famiglie in difficoltà economica con con ISEE inferiore ai 40.000 euro.

In conclusione, la riduzione dell’Assegno Unico è stata causata dalla confusione nell’attribuzione dell’agevolazione, quindi l’INPS ha ridotto l’importo mensile per rimediare alle erogazioni indebite.

Speriamo che in futuro l’aumento della misura includa anche le famiglie con un solo genitore lavoratore, per evitare ancora confusione.

Leggi i nostri articoli dal mondo della finanza e dell’economia: https://tenacemente.com/news/investimenti/

Seguici sui social TikTokInstagramFacebook e YouTube

Tu per noi sei importante! Iscriviti gratis al sito per aiutarci: https://tenacemente.com/iscriviti/

Foto di Andrea Piacquadio da Pexels