Esenzione IMU coniugi: cosa cambia

Torna la doppia esenzione Imu per i coniugi, anche nello stesso Comune. Ecco cosa cambia in base alle decisioni della Cassazione.

0

Esenzione IMU coniugi: doppia esenzione Imu per i coniugi che hanno residenze in case diverse anche nello stesso comune. Ecco cosa cambia per le famiglie riguardo alle tasse relative all’immobile e alla casa.

Esenzione IMU coniugi: ecco cosa cambia e tutti i dettagli.

La Consulta stabilisce che il fisco non può contrastare la famiglia andando contro i valori della Costituzione.

Quindi la Consulta ha dichiarato come illegittima la regola del 2011 in quanto discrimina i coniugi sposati rispetto alle coppie che convivono di fatto.

Esenzione IMU coniugi anche nello stesso Comune: tuttavia la Consulta invita i Comuni a potenziare i controlli per contrastare le iniziative dei furbetti.

Quindi ha diritto all’esenzione dall’Imu anche il coniuge che abitualmente vive in una casa differente da quella principale, anche nello stesso Comune oppure in un diverso Comune.

Spetterà ai controlli del comune, e non alle regole anticostituzionali, vigilare sulla divisione geografica dei componenti della famiglia e controllare che i coniugi vivano realmente nelle diverse case.

I controlli comunali avranno come riferimento i consumi di gas ed energia elettrica.

Quindi i coniugi che vivono in due case diverse per motivi di lavoro, ma convivono in giorni liberi o nei fine settimana nella stessa abitazione, per tutte due le case hanno diritto al beneficio di essere esenti dall’Imu.

Seguimi su TikTokInstagramFacebook e YouTube

Tu sei importante per noi! Iscriviti gratis al sito, grazie: https://tenacemente.com/iscriviti/

Fonte articolo: Google News

Foto di Ketut Subiyanto da Pexels

Commenta qui sotto!