Richiesta bonus 200 euro partita IVA

INPS bonus 200 euro partite IVA: come funziona e come richiederlo. Scopriamo insieme chi può presentare la domanda per averlo.

0

Richiesta bonus 200 euro partita IVA previsto dal decreto Aiuti bis: il ministro dell’Economia Daniele Franco mette a disposizione di tre milioni di partite Iva un fondo di 600 milioni di euro. Scopriamo di cosa si tratta e come richiederlo.

Richiesta bonus 200 euro partita IVA: dopo essere stato esaminato dalla Corte dei Conti manca solo l’approvazione dei magistrati contabili per l’inserimento in Gazzetta ufficiale. Scopriamo insieme come richiederlo.

Chi ha la partita IVA ha diritto al bonus 200 euro?

Dal reddito complessivo percepito vanno tralasciati:

  • Il ricavo dell’immobile abitativo;
  • Il compenso di fine rapporto;
  • Retribuzioni arretrate soggette a una separata imposizione fiscale;

Per richiedere il bonus i professionisti e lavoratori autonomi devono avere già un’iscrizione presso gli enti di gestioni previdenziali corrispondente al 18 maggio, cioè alla data in cui il Decreto Aiuti è entrato in vigore e devono svolgere una professione già avviata con Partita IVA.

Quindi, per ricevere il bonus i professionisti e lavoratori autonomi devono essere iscritti agli enti che gestiscono le forme di previdenza e assistenza obbligatoria e devono avere versato almeno una volta i contributi obbligatori per gestire l’iscrizione in virtù della quale è richiesto il rimborso, con decorrenza dal 2020.

L’indennità di 200 euro è corrisposta una tantum ai beneficiari dopo che hanno presentato domanda.

Come richiedere 200 euro Partite Iva?

Bisogna presentare la domanda agli enti di previdenza presso cui il beneficiario è iscritto, per quanto riguarda scadenze e procedura da seguire saranno le stesse Casse a decidere. Sembrerebbe che l’idea degli enti sia di un unico click day a settembre.

I lavoratori domestici possono presentare la richiesta fino al 30 settembre, mentre tutti gli altri gruppi hanno tempo fino al 31 ottobre per presentare le domande.

Il pagamento del bonus terrà conto dell’ordine cronologico con cui è stata presentata la domanda.

Tu farai domanda? Cosa ne pensi di questo rimborso previsto dallo Stato? Diccelo in un commento qui sotto!

Seguimi su TikTokInstagramFacebook e YouTube

Iscriviti al sito gratis per supportare il sito: https://tenacemente.com/iscriviti/

Foto di Lukasz Radziejewski da Pexels