Test DNA, Sylvester Stallone: nessun figlio da Janice Dickinson

Test DNA: la vita di Sylvester Stallone è stata più tragica di quanto pensi e ricorda la trama di un film. La leggenda del cinema d’azione anni ottanta ha vissuto dei momenti davvero drammatici: in passato lasciò la sua compagna Jennifer Flavin per stare insieme a Janice Dickinson. Il motivo? Sly pensava di essere il padre di Savannah prima di scoprire la triste realtà. Ecco i dettagli sull’incredibile storia!

Test DNA: la reazione di Sylvester Stallone quando scoprì che la figlia di Janice Dickinson non era la sua. Scopri di più…

Read more: https://tenacemente.com/?s=stallone

Seguici su Instagram, YouTube, Facebook, Reddit, Twitter e LinkedIn.

Sylvester Stallone 75 anni, è considerato in tutto il mondo una leggenda vivente del cinema d’azione, tuttavia la vita dell’attore è stata segnata da momenti personali molto difficili da superare e ricorda molto la trama di un film di Hollywood. Infatti un test del DNA ha segnato la sua esistenza.

Uno dei momenti più tristi della sua vita sentimentale è stato quando Sylvester Stallone scoprì grazie a un esame del DNA che Savannah, la figlia che credeva di condividere con Janice Dickinson, in realtà non era la sua. Ecco la storia che non tutti conoscono.

Nel 1988 Sylvester Stallone ha iniziato a frequentare Jennifer Flavin, che aveva 23 anni meno di lui, all’epoca l’attore e la modella erano fidanzati. Ma tutto cambiò quando Stallone incontrò Janice, che oggi ha 66 anni.

A causa di Janice Dickinson Sylvester Stallone lasciò Jennifer Flavin dopo una relazione di cinque anni con lei inviandole una lettera scritta a mano.

All’epoca Janice aveva dato alla luce sua figlia Savannah e affermò che Sylvester Stallone era il padre. Alla nascita della ragazza che oggi ha 26 anni, Sly diede a Savannah anche il suo cognome, ma improvvisamente tutto cambiò. La relazione tra Sylvester Stallone e Janice Dickinson durò sei mesi: i due si lasciarono nel 1994 poche settimane dopo la nascita di Savannah, quando un test del DNA rivelò che Sly che non era il padre.
Poi si scoprì che Stallone era uno dei tre uomini con cui la Dickinson aveva avuto rapporti durante la settimana in cui concepì Savannah: ad ammetterlo fu la stessa Janice Dickinson nella sua autobiografia del 2002, No Lifeguard On Duty.
Janice Dickinson confessò di aver dormito con tre uomini nel giro di una settimana: Stallone, il produttore cinematografico Michael Birnbaum e un artista anonimo, ma lei credeva che il padre di sua figlia fosse l’attore. Ecco le parole di Janice:
“Le cose non andavano bene con Michael da pò di tempo, e ci siamo lasciati, quindi ho incontrato Stallone. Ma Sly non ha chiamato più, come mi aspettavo, e una settimana dopo ho scoperto di essere incinta. Ho chiamato Sly e sono andata a trovarlo. Abbiamo cenato e siamo stati “insieme” – era notevolmente migliorato dal nostro primo incontro. Poi gli ho detto che ero incinta. Come fai a sapere che non è di Michael Birnbaum?’ chiese. Beh, in tutta onestà, nel profondo, sentivo che il bambino era di Sly.”
Appena sei settimane dopo la nascita di Savannah, Janice Dickinson era tornata a sfilare in passerella per Versace e Sylvester Stallone era presente nel pubblico. Tuttavia quando percorse di nuovo la passerella Janice si accorse che Sly era andato via. Lo trovò con aria sconvolta nel loro hotel. 
Come riportato nell’autobiografia della modella, Sylvester Stallone disse a Janice:
“Ho appena saputo dal laboratorio del DNA di Long Beach che Savannah non è mia figlia. Invia i miei saluti al signor Birnbaum”.
A quel punto Stallone andò via per sempre e tornò da Jennifer Flavin. Janice Dickinson ha rivelato di aver avuto delle relazioni con altre star molto conosciute, oltre a Sly anche Jack Nicholson, Warren Beatty e Mick Jagger.

Foto: instagram.com

Fonte: mirror.co.uk people.com

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI