Virus trasmesso dai topi: cos’è l’infezione da Hantavirus

In Cina un uomo è morto a causa di un hantavirus, il virus trasmesso dai topi. La notizia diffusa online ha creato un certo allarme sui social nonostante, secondo gli esperti, la trasmissione da uomo a uomo è estremamente rara. Quindi, scopriamo nei dettagli di cosa si tratta e come di trasmette il contagio.

Un uomo è stato contagiato e ucciso in Cina da un hantavirus, si tratta di un patogeno responsabile di una zoonosi definita “Sindrome Polmonare da Hantavirus”. Il contagio avviene solo quando si entra in contatto con feci, urine e altri fluidi corporei di roditori e la trasmissione da uomo a uomo è estremamente rara.

Il quotidiano Global Times gestito dal governo di Pechino ha annunciato che un uomo è morto a causa di una sindrome polmonare del genere Hantavirus. L’hantavirus è un virus a RNA, quindi sfrutta l’acido ribonucleico come materiale genetico e provoca zoonosi, vale a dire malattie trasmesse da un animale all’uomo. Tuttavia, la trasmissione da uomo a uomo di un’infezione causata da hantavirus è molto rara. I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie americani, hanno infatti specificato che si sono verificati solo casi rari in Sud America, precisamente in Argentina e in Cile, a causa di un hantavirus definito “virus delle Ande”. In Cina l’uomo della provincia di Yunnan è morto mentre si trovava a bordo di un autobus e le oltre 30 persone che si trovavano con lui sul mezzo di trasporto sono state controllate, ma come riportato dal Global Times, non sono stati comunicati altri contagi.

Hantavirus: come si trasmette

Come indicato dal Ministero della Salute, gli Hantavirus sono infezioni virali trasmesse dai roditori all’uomo. Quindi i topi e gli altri roditori portatori del virus lo rilasciano nell’ambiente attraverso urine, feci e altri fluidi corporei. Quando si manipolano alimenti o oggetti contaminati a causa del passaggio di un topo e si portano le mani agli occhi, alla bocca o al naso si rischia l’infezione. I casi umani di contagio da hantavirus generalmente si manifestano nelle zone rurali come foreste o fattorie, dove spesso si trovano i roditori portatori del virus. Quindi l’Hantavirus è un virus solitamente trasmesso tramite l’ingestione di urina e feci di topo.

Hantavirus: i sintomi

Un Hantavirus provoca una malattia grave che può essere anche fatale. I sintomi si sviluppano dopo un periodo di incubazione da uno a otto settimane e nella fase iniziale sono simili a quelli del coronavirus: febbre, affaticamento e dolori muscolari su cosce, fianchi e schiena. Possono essere avvertiti anche “vertigini, mal di testa e brividi” e problemi gastrointestinali come “vomito, nausea e diarrea”. Nei giorni successivi si sviluppano difficoltà respiratorie (dispnea) e tosse. Inoltre l’infezione è più letale della COVID-19, infatti presenta un tasso di mortalità del 38 percento. 

Per la diagnosi serve un test specifico e come per il coronavirus, al momento non esistono vaccini o cure contro l’infezione da Hantavirus.

Leggi anche:

Lost: Daniel Dae Kim, l’attore positivo al Coronavirus

Donazioni, Blake Lively e Ryan Reynolds: un milione di dollari contro il coronavirus

Palermo: Jennifer Lopez si emoziona per il DJ sul balcone

Olanda: scoperto anticorpo in grado di sconfiggere il coronavirus

Conte: «Questo è il periodo più a rischio. Rimanere a casa»

Medicina: Coronavirus, migliorano altri tre pazienti trattati con il farmaco sperimentato a Napoli

Bollette: coronavirus, Patuanelli: “Lavoriamo a stop mutui e tributi in tutta Italia”

Cura Coronavirus, una speranza da Napoli: “Buoni risultati da Farmaco sperimentale”

Burioni sul coronavirus: “Bisogna restare a casa”

Palermo: turista di Bergamo positiva al coronavirus. Un caso anche a Firenze

Cina, gli animali macellati vivi nei mercati dell’orrore

Europa, primo morto coronavirus in Francia.

Oriente, scienziati in Cina: “Coronavirus uscito da laboratorio di Wuhan”

Egitto conferma primo caso coronavirus in Africa

Simpson: avevano previsto il Coronavirus e la morte di Kobe Bryant?

Virus Cina, all’origine dell’epidemia il consumo di pangolino?

Famiglia di Taiwan scopre di avere il coronavirus dopo la vacanza in Italia

Fonte: nypost.com

Foto da Pixabay

Giusy Lombardi

Ciao! Sono Giusy Lombardi e lavoro come web writer, copywriter e voice over da dieci anni. Creo e scrivo contenuti per il web. Realizzo articoli per siti internet, sviluppo e ottimizzo testi unici. Mi piace esaltare le qualità di prodotti o servizi che ritengo utili. Uso la mia voce per qualunque richiesta audio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia una recensione

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI

  Subscribe  
Notificami