Organizzazione mondiale della sanità: coronavirus, primo morto fuori da Cina

Organizzazione mondiale della sanità, coronavirus: 304 morti e oltre 14mila contagi. Nelle Filippine il primo morto fuori dalla Cina. Aumentano i casi di contagio in Giappone che conferma 20 persone infettate, compreso un uomo che inizialmente era risultato negativo al coronavirus. Intanto in Cina è stata isolata anche la città di Wenzhou, la prima fuori da Wuhan, focolaio dell’epidemia. A Wenzhou sono state chiuse tutte le strade, per i cittadini è stato disposto il divieto di lasciare la loro casa, e sono state bloccate le attività produttive. In Italia controlli serrati sui visti. Ecco le ultimissime sul virus diffuso in Oriente che ha messo in allarme il mondo.

AGGIORNAMENTO: i medici dell’Istituto Spallanzani di Roma hanno isolato il Coronarivus: “un passo che permetterà di perfezionare i metodi diagnostici esistenti”. L’Italia è il primo Paese in Europa a essere riuscito a isolare il coronavirus, ora nuovi spazi per cure e vaccini.

Organizzazione mondiale della sanità: coronavirus, nelle Filippine il primo morto fuori dalla Cina – Ultime notizie

Come comunicato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) le Filippine confermano il primo morto fuori dalla Cina per coronavirus, si tratta di un uomo di 44 anni, cittadino cinese proveniente da Wuhan, che aveva manifestato i sintomi del contagio in un viaggio nelle Filippine. Per questo motivo molti Paesi hanno chiuso le frontiere per limitare la diffusione del virus.

Intanto in Cina a Wuhan le autorità fanno sapere che la pubblica sicurezza è pronta ad applicare la legge nei confronti dei cittadini che non rispettano la quarantena.

Coronavirus in Italia, le dichiarazioni di Angelo Borrelli  

Ecco le dichiarazioni di Angelo Borrelli alle principali testate giornalistiche italiane. Borrelli è capo della protezione civile e commissario per l’emergenza coronavirus in Italia:

“Pensiamo a un metodo incrociato per risolvere sia il problema degli italiani che sono in Cina, che quello dei cinesi che sono in Italia. Saranno ampliati i protocolli sanitari anche ai porti, sulle navi che attraccano in scali italiani usando le stesse misure usate per quelle dall’area extra Ue. Ma non c’e’ oggi in Europa e in Italia una condizione che possa far ipotizzare una chiusura delle frontiere. Sarebbe assurdo

Coronavirus, lunedì il rimpatrio degli italiani da Wuhan

Domani ritorneranno gli italiani rimasti a Wuhan. A bordo dell’aereo anche il team sanitario.

Malattie infettive, a Wuhan pronto l’ospedale costruito in 10 giorni

A Wuhan pronto il primo dei due nuovi ospedali specializzati nella cura del coronavirus, la costruzione della struttura è stata portata a termine in 10 giorni: il secondo nuovo ospedale, il Leishenshan, potrebbe essere utilizzabile già entro il prossimo 6 febbraio.

Coronavirus, due contagi in India

A Kerale in India sono stati confermati due contagi di coronavirus. Il secondo infetto è un cittadino recentemente tornato da alcuni viaggi in Cina. Le sue condizioni al momento sono stabili e si trova in isolamento in ospedale.

Leggi anche:

Cina, gli animali macellati vivi nei mercati dell’orrore

Virus Cina, medici di famiglia italiani in allerta

Virus Corona: ultime notizie sull’allarme pandemia

Cancro e Cellulare: Corte di appello di Torino conferma il nesso

L’attività fisica riduce i rischi di 7 tipi di cancro

Lavarsi i denti migliora la salute del cuore

Fonte articolo: nytimes.com

Foto di _freakwave_ da Pixabay

Giusy Lombardi

Ciao! Sono Giusy Lombardi e lavoro come web writer, copywriter e voice over da dieci anni. Creo e scrivo contenuti per il web. Realizzo articoli per siti internet, sviluppo e ottimizzo testi unici. Mi piace esaltare le qualità di prodotti o servizi che ritengo utili. Uso la mia voce per qualunque richiesta audio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia una recensione

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI

  Subscribe  
Notificami