Napoli: allarme al Cotugno per un caso sospetto di coronavirus (AGGIORNATO)

Napoli, allarme pandemia in Italia. Ricoverato in isolamento al Cotugno un 28enne cinese proveniente dalla zona in cui si è diffuso il coronavirus. Dalle prime analisi dei medici sembra che non si tratti di una semplice influenza. In giornata si avranno i risultati dei test definitivi per scoprire se si tratta del Virus Cina, l’infezione che sta devastando la Cina e facendo vittime in Oriente. Continua a leggere per i dettagli e le ultimissime.

AGGIORNAMENTO: arrivati i risultati dei test sul cinese ricoverato a Napoli: è semplice polmonite, non è coronavirus 

Coronavirus ultime notizie – Caso sospetto a Napoli 

Nel momento in cui scriviamo questo post è di 132 morti e quasi 6 mila infetti l’ultimo bilancio ufficiale del Virus cinese, quindi i contagi hanno superato quelli della Sars nel periodo del 2002-2003.

Toyota: stop produzione in Cina

Toyota ha interrotto la produzione in Cina fino alla data del 9 febbraio, il timore è la diffusione rapida dell’infezione.

Australia, polemiche per il piano di emergenza

Polemiche in Australia: come riportato dalla BBC il premier Scott Morrison ha proposto di mandare per due settimane in quarantena i 600 australiani di ritorno da un viaggio a Wuhan, sull’isola di Natale (Christmas Island), noto centro in cui vengono detenuti i migranti, a 2.000 km dal continente, per allontanare il rischio di contagio. Riguardo all’isola di Natale si è spesso parlato di pessime condizioni e ipotesi di violazione dei diritti umani.

Coronavirus: i contagi rallentano

Diminuiscono i casi di contagio e aumentano le persone che sono riuscite a superare l’infezione: al momento sono 103 i soggetti infettati che sono riusciti a guarire. 

Coronavirus: caso sospetto a Napoli

Ricoverato al Cotugno di Napoli un 28enne di origine orientale proveniente dalla regione dello Hubei la cui capitale è Wuhan, considerato il focolaio dell’epidemia. I sintomi del paziente erano febbre alta e problemi respiratori, dalle prime analisi è stata esclusa una normale influenza. Tutto il personale medico ha indossato mascherine e tute di protezione, l’ambulanza che ha trasportato il ragazzo è stata totalmente bonificata ed è stato seguito l’efficace protocollo di emergenza disposto dal Ministero della Salute.

Il giovane turista di 28 anni si trovava in Italia con la moglie e una coppia di amici: il gruppo da Wuhan è sbarcato a Fiumicino, superato i controlli sanitari che non avevano riscontrato nulla, per poi dirigersi a Napoli. Il ragazzo ricoverato era in viaggio di nozze con la moglie, i due turisti alloggiavano in un Bed & Breakfast del centro storico di Napoli. Ricoverata anche la moglie a scopo precauzionale visto che presenta sintomi più lievi mentre la coppia che viaggiava con loro è stata identificata dall’ASL e sottoposta a misure di prevenzione.

I risultati delle analisi

Le prime analisi eseguite sul 28enne hanno dato esito negativo a infezioni conosciute e dato che il Cotugno non è ancora in possesso del kit per identificare il coronavirus, il campione è stato spedito allo Spallanzani di Roma e dai risultati definitivi dei test è risultato che non si tratta di coronavirus ma di polmonite.

Leggi anche:

Cina, gli animali macellati vivi nei mercati dell’orrore

Coronavirus: i sintomi e come si trasmette

Infezione in Cina, medici di famiglia italiani in allerta

Cancro e Cellulare: Corte di appello di Torino conferma il nesso

L’attività fisica riduce i rischi di 7 tipi di cancro

Lavarsi i denti migliora la salute del cuore

Fonte articolo: nytimes.com

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

 

Giusy Lombardi

Ciao! Sono Giusy Lombardi e lavoro come web writer, copywriter e voice over da dieci anni. Creo e scrivo contenuti per il web. Realizzo articoli per siti internet, sviluppo e ottimizzo testi unici. Mi piace esaltare le qualità di prodotti o servizi che ritengo utili. Uso la mia voce per qualunque richiesta audio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia una recensione

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI

  Subscribe  
Notificami