Allarme alimentare: bastoncini di pesce ritirati dal mercato

Allarme alimentare: ritirati bastoncini di pesce surgelati. Il prodotto proviene dalla Polonia e i lotti che sono stati ritirati risultano contaminati da frammenti di metallo. Sono state segnalate 82 merci dal mercato Europeo. Ecco i dettagli!

Allarme alimentare: ritirati bastoncini di pesce con metallo –  SCIENZE

I lotti ritirati sono contaminati da metallo a causa del trasferimento di ferro presente nelle teglie da forno. Il Sistema rapido di allerta europeo per mangimi e alimenti ha diffuso l’allarme con altri 81 avvisi, quindi aumenta la preoccupazione nei consumatori circa i rischi alla salute causati dalla scarsa qualità dei prodotti presenti nei supermercati. 

Il marchio di identificazione del lotto ritirato è PL04611803WE, il codice del prodotto è il L9032F90. I bastoncini di pesce contaminati provengono dallo stabilimento Frosta in Polonia. Quindi il consiglio è di non consumare l’alimento e restituire le confezioni al punto vendita d’acquisto.

Altri prodotti segnalati

Il Sistema rapido di allerta europeo, ha segnalato 82 prodotti. Si tratta di alimenti distribuiti in Italia e ritirati dai supermercati. Allerta anche per la presenza di salmonella enterica riscontrata in carne e ali di pollo provenienti dalla Polonia.

Proseguono dunque le segnalazioni delle autorità e il conseguente ritiro dal mercato di alimenti contaminati da sostanze nocive alla salute del consumatore. Spesso questi cibi si trovano in vendita nei principali supermercati presenti in Italia. Quindi, l’allerta alimentare rende indispensabile leggere attentamente l’etichetta presente sulla merce prima di effettuare l’acquisto e cercare informazioni su Internet riguardo al marchio per scoprire eventuali richiami.

Noi ovviamente continueremo a tenervi aggiornati!

Leggi anche:

  1. Formaggio grattugiato con Listeria, ritiro del marchio
  2. Capsule caffè, rischio plastica. Allarme Ministero della salute
  3. Lavarsi i denti migliora la salute del cuore
  4. Sclerosi multipla sintomi
 
Fonte articolo: liberoquotidiano.it

Pubblicità

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI