Farmaco Alzheimer estratto da un’alga approvato in Cina

Farmaco Alzheimer autorizzato in Cina, la nuova terapia contro la demenza consente una riduzione dei sintomi nei casi meno graviMEDICINA

Farmaco Alzheimer approvato in Cina: un’alga bruna contro la demenza 

La nuova terapia approvata per la vendita in Cina contro la demenza deriva da un’alga bruna ed è in grado di normalizzare il prototipo dei gruppi di batteri che si trovano nell’intestino.

Tuttavia, i ricercatori spiegano che è troppo presto per parlare di una terapia contro la demenza.

Ecco le dichiarazioni rilasciate all’ANSA da Camillo Marra, professore di Neurologia all’Università Cattolica di Roma:

“Attualmente i dati a nostra disposizione sono limitati a casi trattati nel breve periodo quindi non è detto che con il tempo la terapia sia efficace e senza effetti collaterali”.

Tuttavia, sembra che la scoperta di questa nuova terapia possa essere sfruttata per approfondire lo studio di una particolare ‘mutazione protettiva’.

Circa 48 milioni di pazienti nel mondo affrontano una dura battaglia contro l’Alzheimer.

La molecola GV-971 consente un miglioramento nei casi meno gravi di demenza ed è il risultato di una ricerca durata 22 anni.

Il professor Marra spiega:

“L’autorizzazione ottenuta in Cina, consentirà in futuro, di avere dati più precisi sulla sicurezza e l’azione della molecola, che al momento, presenta ancora interrogativi da chiarire”.

Intanto la ricerca prosegue e, come riportato dalla rivista Nature Medicine è stato isolato il gene anti Alzheimer in una donna colombiana a rischio demenza a causa di una predisposizione genetica. Questa rara modifica genetica chiamata “APOE3ch” ha protetto la donna dalla malattia per circa tre decenni.

Ecco il commento di Michele Vendruscolo dell’Università di Cambridge:

“Questa ricerca svela un meccanismo naturale di protezione contro la malattia, capace di frenare i sintomi della demenza

Insomma, i recenti risultati della ricerca contro il Morbo di Alzheimer confermano l’importanza di approfondire gli studi per migliorare le condizioni di vita dei pazienti.

Potrebbero interessarti anche: Demenza: calciatori più a rischio di malattie neurodegenerativeOsteoporosi: l’alimento da mangiare per la salute delle ossa.

Fonte: ansa.it

Giusy Lombardi

Ciao! Sono Giusy Lombardi e lavoro come web writer, copywriter e voice over da dieci anni. Creo e scrivo contenuti per il web. Realizzo articoli per siti internet, sviluppo e ottimizzo testi unici. Mi piace esaltare le qualità di prodotti o servizi che ritengo utili. Uso la mia voce per qualunque richiesta audio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia una recensione

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI

  Subscribe  
Notificami