Influenza 2019: in arrivo il virus, ecco i sintomi

Influenza 2019 arrivata in anticipo: ecco come prevenirla.

Influenza 2019: i sintomi dell’influenza – Salute e benessere

L’influenza è arrivata in Italia con il primo caso segnalato all’ospedale di Udine: un uomo di 50 anni, è stato ricoverato in condizioni gravi e dopo essere finito in rianimazione, per fortuna sta migliorando.

Il virus influenzale durante l’autunno 2019 è più pericoloso degli anni precedenti. La patologia rappresenta una minaccia anche per le persone sane.

Influenza come curarla: come prevenire il virus influenzale – Salute e benessere

La Sita (Società italiana di terapia antinfettiva) dopo la vicenda di Udine, ripete l’importanza della vaccinazione antinfluenzale.

Influenza come prevenirla: i medici esperti invitano tutti alla vaccinazione. È previsto che l’influenza colpirà circa 6 milioni di persone. 

Una persona di 50 anni sana e non colpita da nessuna malattia, rientra ugualmente tra le categorie di pazienti a rischio.

Ecco le dichiarazioni di Matteo Bassetti, presidente della Sita:

“L’influenza è arrivata già a fine settembre, e potrebbe ripetersi quanto accaduto in Australia o altri luoghi del mondo, quindi i virus influenzali saranno particolarmente aggressivi e diversi: H3N2, H1N1, virus B”.

Influenza rimedi

Matteo Bassetti ha aggiunto:

“Il caso segnalato a Udine suggerisce che il virus influenzale di quest’anno, può colpire anche persone completamente sane, quindi ribadisco il messaggio dell’importanza della vaccinazione universale perché tutti i soggetti sono a rischio”.

Sintomi influenza 2019 – Salute e benessere

Come capire l’arrivo dell’influenza 2019? Quali sono i sintomi del virus influenzale?

Febbre alta oltre i 38 gradi.

Forti dolori muscolari e dolori articolari.

Tosse, naso che cola, mal di gola.

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano ha spiegato:

“L’influenza vera e propria si verificherà quando le temperature si abbasseranno ulteriormente. Per il momento sono in circolazione le forme parainfluenzali come tosse, dolori muscolari e raffreddore

Il primo virus influenzale di questa stagione è stato isolato il 25 settembre a Parma, individuato in una bambina di 6 anni ricoverata d’urgenza e le forme parainfluenzali d’autunno in Italia hanno colpito già 150 mila persone.

Pregliasco ha aggiunto che gli sbalzi termici favoriscono l’azione di 262 tipi di virus che colpiscono la respirazione.

Intanto, per la stagione influenzale 2019-2020, l’Istituto superiore di Sanità dal 14 ottobre ha iniziato la sorveglianza epidemiologica con il sistema Influnet.

Inoltre, il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-19 e l’Oms (Organizzazione mondiale della Sanità) indicano il 75% come obiettivo minimo raggiungibile e il 95% come scopo ottimale nei soggetti di oltre sessantacinque anni e nelle persone considerate a rischio.

Per approfondimenti in tema di salute e benessere, vi rimandiamo agli articoli: Osteoporosi: l’alimento da mangiare per la salute delle ossaAlimenti nemici dei denti: ecco tre cibi da non mangiare!.

Fonte: quotidiano.net

Pubblicità

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI