Robin Williams, cinque anni dalla morte dell’attore

Robin Williams si impiccò lʼ11 agosto 2014. A cinque anni dalla sua morte il ricordo della star di Hollywood è ancora vivo nella mente dei fan.

Robin Williams l’11 agosto del 2014 sconvolse Hollywood con la sua improvvisa morte.

L’attore è morto nella sua casa di Tiburon a 63 anni, impiccandosi con una cintura dopo aver scoperto di avere una grave malattia neurodegenerativa.

Interprete del dottor Hunter in “Patch Adams” e indimenticabile professor John Keating ne “L’attimo Fuggente“, Robin Williams conquistò il premio Oscar nel 1998 con il film “Will Hunting – genio ribelle“.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Michelle Sutch 👩🏻‍🦰 (@michellesutch) in data:

 

Nato a Chicago, fece il suo debutto in televisione con la serie TV “Mork&Mindy“.

Robin Williams era famoso non solo per la genialità interpretativa nel mondo del cinema ma anche per la sua generosità: poco prima di decidere di suicidarsi l’attore aveva registrato un video per inviare un messaggio di conforto a sostegno di una sua fan della Nuova Zelanda, malata terminale di cancro.

A rivelare la notizia è stato il marito della donna raccontando la vicenda al quotidiano Sunday Star Times.

Vivian Waller era malata di cancro e quando lo scoprì nella lista dei suoi desideri inserì anche di conoscere Robin Williams. La giovane era ricoverata in ospedale in condizioni troppo difficili per intraprendere un viaggio e incontrare il suo idolo, così un amico scrisse all’attore per metterlo in contatto con lei.

Nonostante i gravi problemi di salute che avevano sconvolto l’esistenza del divo in quel periodo, Robin Williams registrò immediatamente un video, poi inviato alla famiglia di Vivian.

Nella clip, l’attore immagina di parlare direttamente con Vivian:

“Ehi ragazza, come va all’altro capo del mondo? Con affetto a te, Jack e Sophie… puoi cancellare questo dalla tua lista dei desideri. Tanto amore a te baby”.

Il marito di Vivian nel raccontare la storia spiegò quanto quel gesto sia stato importante per Vivian. Ecco le parole dell’uomo:

“Lo adoravamo e volevamo mostrare al mondo quanto lui fosse speciale”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Sammy Leighton Clay (@sammyleightonclay) in data:

Foto: Flickr

Giusy Lombardi

Ciao! Sono Giusy Lombardi e lavoro come web writer, copywriter e voice over da dieci anni. Creo e scrivo contenuti per il web. Realizzo articoli per siti internet, sviluppo e ottimizzo testi unici. Mi piace esaltare le qualità di prodotti o servizi che ritengo utili. Uso la mia voce per qualunque richiesta audio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia una recensione

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI

  Subscribe  
Notificami