Stallone: la storia di un mito del cinema

Stallone: attraverso Instagram ha annunciato il suo addio a Rocky Balboa

Con la pellicola di Creed II uno degli attori più amati di Hollywood mette definitivamente da parte i guantoni del personaggio che lo reso una leggenda del cinema

Dopo 40 anni su Instagram Sylvester Stallone ringrazia i fan e dichiara che dopo il film Creed II non interpreterà mai più Rocky Balboa.

Le sue parole su Instagram commuovono tutti a conferma che Sylvester Stallone è uno degli attori più seguiti e apprezzati sui social

Sly ha vissuto una vita molto difficile, segnata da un’infanzia infelice e povertà, ma nonostante tanta sofferenza è riuscito a diventare una delle più grandi star del cinema di Hollywood

Vive fin dalla nascita a New York, USA. Hells Kitchen è uno dei quartieri più poveri e con un tasso elevato di criminalità.

Età: è nato nel 1946 e festeggia il suo compleanno il 6 luglio. 

Figlio d’immigrati italiani il padre è parrucchiere, la mamma ex ballerina che cerca di guadagnare qualcosa come astrologa.

LA DURA VITA DI CHI NON SI È MAI ARRESO 

A causa di complicazioni durante il parto nasce con una lieve paralisi alla parte sinistra del viso. 

  • Nel corso della sua adolescenza ha sofferto di balbuzie e rachitismo. 

  • Da giovane lo prendevano in giro soprattutto per la sua statura.

  • Soffre molto quando i genitori si separano. 
  • Cambia scuola continuamente e non termina gli studi. 

La severità del padre e i problemi economici sono i principali ricordi della sua adolescenza. 

LA FORZA NELL’AMORE DI UN CANE 

L’unica fonte d’amore per il giovane è un cane, un cucciolo di bullmastiff che con la sua fedeltà e l’affetto incondizionato lo sostiene e gli dà coraggio. 

Nel 1971 insieme al suo cane Butkus si trasferisce in una stanza di motel.

Sono gli anni più difficili…

Gli mancano anche i soldi per mangiare di conseguenza è costretto a vendere il prezioso amico a quattro zampe per sopravvivere.

Non perde la speranza e vede nella drammatica separazione dal suo cane una motivazione per continuare a combattere.

Deve assolutamente riuscire a riprenderlo. 

Lavora come inserviente in uno zoo e poi come parrucchiere. 

Inizia ad allenarsi giorno e notte in una cantina costruendo un fisico scultoreo, tutta la sofferenza vissuta si trasforma in rabbia e grinta. 

Nessuno crede in lui: rifiutato più di 10 volte da diverse agenzie cinematografiche di New York non si arrende e continua a insistere

La svolta arriva con il personaggio di Rocky Balboa

Assiste a un incontro di pugilato: sul ring ci sono un giovane Muhammad Ali e Chuck Wepner. 

Stallone resta sbalordito dal modo in cui quel ragazzo chiamato Ali resiste alla violenza dei colpi incassati rialzandosi in piedi e mettendo KO l’avversario. 

Torna a casa e inizia a scrivere la sceneggiatura di un film, la propone a varie case cinematografiche con una sola condizione: lui deve essere l’attore protagonista della pellicola

Scrisse circa 15 copioni e solo uno fu accettato.

In quel progetto chiamato Rocky credeva solo lui…

Ha impiegato 3 giorni per scrivere la sceneggiatura della pellicola.

È riuscito a interpretarlo al cinema proponendolo continuamente agli stessi produttori che più volte lo avevano rifiutato. 

Il film ebbe un grande successo facendolo diventare uno degli attori più richiesti di Hollywood

L’attore riprese subito il suo cane che da quel momento in poi condividerà con lui gioia, celebrità e fama a livello internazionale. 

FILM

Non solo la serie di Rocky ma anche Rambo, Cobra, I mercenari, Creed e tanti altri ancora segnano la sua eccezionale carriera nel cinema.

FIGLI E VITA PRIVATA… 

Si è sposato per ben tre volte.

Nel 1974 la moglie è Sasha Czack, la coppia ha due figli.

Anni dopo nasce la passione per l’attrice Brigitte Nielsen e successivamente l’amore per Jennifer Flavin con cui ha altri due ragazzi.

Nel 2012 vive la tragica morte per overdose del figlio Sage Stallone a soli 36 anni.

Oggi è un uomo di 72 anni e secondo le ultime news continua a essere seguito da tantissimi fan in tutto il mondo grazie al suo trionfo nel cinema.

Su Instagram ha 8mil follower.

Il motivo del successo dei suoi film è che milioni di persone si sono identificate in quel pugile impacciato che con impegno, sforzo e sudore riesce a realizzare l’impossibile.

Ognuno di noi è Rocky Balboa: il simbolo della speranza per chi nella sua esistenza ha ricevuto solo porte in faccia e delusioni. 

Ecco cosa ci ha insegnato uno degli attori più stimati di Hollywood

Per quando difficile possa sembrarti la vita non smettere mai di credere in te stesso. Lotta per i tuoi sogni.

Infine, impara a incassare i colpi e rialzati più forte di prima.

Tira fuori la grinta e vatti a prendere la tua rivincita!

Conoscevi la sua storia? Lascia un commento e fammi sapere cosa ne pensi.    

Giusy Lombardi

Ciao! Sono Giusy Lombardi e lavoro come web writer, copywriter e voice over da dieci anni. Creo e scrivo contenuti per il web. Realizzo articoli per siti internet, sviluppo e ottimizzo testi unici. Mi piace esaltare le qualità di prodotti o servizi che ritengo utili. Uso la mia voce per qualunque richiesta audio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia una recensione

SCRIVI IL TUO COMMENTO QUI

  Subscribe  
Notificami